Articles by alberta

You are currently browsing alberta’s articles.

Sentenza Alken

lettera da Associazione Buongoverno

Istanza CSM

https://www.google.com/amp/s/it.finance.yahoo.com/amphtml/notizie/inchiesta-npl-monte-paschi-giudice-161624017.html

MILANO (Reuters) – Il gip di Milano Guido Salvini ha ritrasmesso alla procura gli atti dell’incidente probatorio nel procedimento sulla contabilizzazione dei crediti deteriorati dal 2012 al 2015 di Banca Mps e ha dato ai pm 45 giorni per decidere se chiedere il rinvio a giudizio o ripetere la richiesta di archiviazione per i tre indagati.

Lo si evince dall’ordinanza emessa oggi dal giudice dell’ultima tranche ancora in indagini preliminari dei vari procedimenti sulla gestione della banca senese: cioè quello in cui l’ex presidente Alessandro Profumo, l’ex AD Fabrizio Viola e l’ex presidente del collegio sindacale Paolo Salvadori sono indagati per falso in bilancio sulla valutazione dei crediti iscritti a bilancio.

Il giudice ha inoltre recepito e quindi posto all’attenzione dei pm la memoria presentata dall’avvocato Mauro Minestroni, legale di alcune parti civili, in cui chiede che si proceda, oltre che per falso in bilancio, anche per falso in prospetto e manipolazione del mercato.

Lo scorso 30 aprile i periti nominati dal giudice hanno depositato una relazione finale, anche con documentazione acquisita presso la Bce, all’epoca dei fatti guidata dall’attuale premier Mario Draghi, in cui si sostiene che nei bilanci di Mps fino al 2017 ci furono “omesse svalutazioni di posizioni altamente problematiche” e dal 2012 al 2015 una ritardata contabilizzazione di oltre 11 miliardi di euro di sofferenze.

Tutti e tre gli imputati hanno sempre respinto ogni accusa.

Il gip Salvini il 25 luglio 2019 aveva rigettato la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura stessa nei confronti dei tre indagati e aveva disposto delle indagini integrative.

Nell’ambito del suo provvedimento di rigetto della richiesta di proscioglimento per tutti avanzata dalla procura, il giudice aveva invece disposto l’archiviazione della banca, che era stata indagata come persona giuridica, e che figura invece come parte offesa.

Il gip aveva infine conferito l’incarico della perizia il 19 dicembre 2019 nell’ambito dell’incidente probatorio chiesto dalla procura.

Lo scorso 15 ottobre Profumo, Viola e Salvadori sono stati condannati in primo grado dal Tribunale di Milano per falso in bilancio in relazione ai derivati Santorini e Alexandria. I legali di tutti e tre gli imputati hanno annunciato che faranno appello contro la sentenza.

(Emilio Parodi, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Mps: parti civili fanno appello contro assoluzione Profumo e Viola per bilanci 2012-2014

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Milano, 27 mag – Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, in qualita’ rispettivamente di ex presidente ed ex amministratore delegato di Banca Mps, e l’ex presidente del collegio sindacale Paolo Salvadori vanno condannati in appello anche per il reato di false comunicazioni sociali in relazione ai bilanci 2012, 2013 e 2014 dell’istituto di credito. Lo chiedono alcune parti civili nel processo sulla passata gestione di Mps, rappresentate dall’avvocato Mauro Minestroni. Il 15 ottobre 2020 Profumo e Viola sono stati condannati dalla seconda sezione penale del tribunale di Milano a sei anni di reclusione e a una multa di 2,5 milioni ciascuno per le accuse di aggiotaggio e false comunicazioni sociali (in relazione alla prima semestrale 2015 della banca). Paolo Salvadori e’ stato condannato a 3 anni e 6 mesi per false comunicazioni sociali. Il tribunale ha dichiarato prescritto il reato in riferimento al bilancio 2012 e ha assolto i tre imputati perche’ ‘il fatto non sussiste’ in merito ai bilanci 2013 e 2014 (in quanto ha ritenuto che non sono state superate le soglie di punibilita’ secondo quanto prescritto dalla normativa). Le parti civili che hanno impugnato la sentenza ne contestano solo questa parte relativa alla prescrizione e all’assoluzione, sostenendo che nel prendere la sua decisione il tribunale ha omesso o fatto una erronea valutazione nelle prove. Viene chiesto inoltre di rinnovare in appello il dibattimento alla luce della perizia redatta dai dottori Bellavia e Ferradini su incarico del Gip di Milano Guido Salvini in un altro filone di inchiesta relativo alla gestione Viola-Profumo di Mps. Secondo quanto riportato dall’avvocato Minestroni nel suo appello, “dalle conclusioni rassegnate dai periti, in sede di incidente probatorio, in relazione ai quesiti formulati dal giudice, risulta che i bilanci 2012-2013-2014-2015 (di Mps) non sono conformi ne’ nel risultato economico ne’ nel patrimonio netto alle disposizioni legislative vigenti in materia”.
(RADIOCOR) 27-05-21 15:47:53 (0471) 5 NNNN

Partita IVA 92058660520

Invitiamo i Soci a  rinnovare la quota annua di iscrizione di € 25,

iban:  IT 20 V 01030 14200 000010218095 

www.gazzettadisiena.it/mps-viola-profumo-il-terzo-filone-in-aula-a-giugno/ 

 

 

 

Se in quella sede verranno rinviati a giudizio si riapriranno i termini per gli azionisti per costituirsi parte civile.

Mps: Consob la mette in ‘black list’ con obbligo informazioni mensili

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 06 mag – Il Monte dei Paschi finisce nella ‘black list’ della Consob, quella delle societa’ obbligate a fornire un’informativa mensile al mercato. La novita’ e’ stata inserita in fondo al comunicato sui conti della trimestrale. La Consob oggi ha richiesto una serie di informazioni aggiuntive, sulla base dell’articolo 114 quinto comma del Tuf e la banca ha dovuto dare ragguagli sullo stato dell’arte riguardo alla possibile aggregazione (c’e’ il fondo Apollo nella data room), sullo shortfall (pari a zero a fine marzo ’21 anzi con un buffer positivo di 700 milioni ma stimato a 1 miliardo tra 12 mesi) sulle prospettive dell’aumento di capitale da 2,5 miliardi, se non parte la fusione, che deve ancora passare al vaglio della Dg Comp che con il Monte dei Paschi non e’ mai stata tenera. Il Monte dei Paschi dal 2016 era nella cosiddetta ‘lista grigia’ della Consob, che impone un’informativa trimestrale. Il passaggio alla black list si deve a due fattori: l’incertezza sulla continuita’ aziendale, alla quale il cda del Monte dei Paschi ha fatto riferimento nel bilancio e che la societa’ di revisione ha ribadito nella sua certificazione, e lo stato di grave crisi manifestata dalla banca con la capogruppo che rientra nella fattispecie prevista dall’articolo 2446 del codice civile, le perdite superiori a un terzo del capitale. Ogni ultimo giorno del mese, quindi, la banca di Rocca Salimbeni dovra’ fornire una serie di informazioni finanziarie e dare conto al mercato dei progressi dell’interlocuzione con la Dg Comp e le eventuali novita’ della soluzione strutturale di cui si sta occupando, da mesi con sollecitudine, l’azionista Mef.
Ggz
(RADIOCOR) 06-05-21 19:28:35 (0757) 5 NNNN

Partita IVA 92058660520

 

Invitiamo i Soci e sostenitori a  rinnovare la quota annua di iscrizione di € 25  (IT 20 V 01030 14200 000010218095) e a ritirare il biglietto assembleare per il 6 aprile.

Alleghiamo il modello di delega, da compilare ed inviare all’Associazione insieme al biglietto stesso (associazbuongoverno@libero.it)

modulo_di_delega_ordinaria 06-04-2021(1)

Domande presentate da due Soci:

 

 

quesiti Burrini

Mozione per Assemblea da parte di Bluebell

 

Ansa Nazionale – 23/03/2021 16:00:55
Colpevole di scoraggiare causa ad ex vertici senza motivazione
(ANSA) – MILANO, 23 MAR – Bluebell Partners ha presentato una
seconda mozione per mettere al voto nell’assemblea del prossimo
6 aprile un’azione di responsabilità nei confronti dell’attuale
cda, oltre che degli ex vertici. Il fondo di Giuseppe Bivona
accusa il consiglio in carica non solo di non aver inserito di
sua iniziativa l’azione di responsabilità verso Alessandro
Profumo e Fabrizio Viola ma anche di aver “de facto” invitato i
soci “ad esprimere voto contrario” affermando che “allo stato”
non ci sono “i presupposti” per fare causa, senza dare “alcuna
motivazione” in merito al suo orientamento.
A ciò si aggiunge il fatto che gli amministratori “a
tutt’oggi non hanno avviato azioni volte a ricercare la nullità”
delle transazioni concluse con Deutsche Bank e Nomura
riguardanti la chiusura anticipata dei derivati, in relazione ai
quali Mps ha pagato 800 milioni di euro e rinunciato a richieste
risarcitorie per 1,2 miliardi e al diritto di rivalsa e regresso
per le causa di cui Siena sarebbe stata destinataria in
relazione alle due operazioni.
“Auspichiamo che il Mef – senza nascondersi dietro una
irricevibile,
non motivata e per questo fortemente censurabile raccomandazione
del Consiglio d’Amministrazione – voti a favore della proposta
di azione di responsabilità nei riguardi degli ex amministratori
Alessandro Profumo e Fabrizio Viola ed anche degli attuali
amministratori della Banca”, si legge in una missiva indirizzat
da Bluebell al ministro dell’Economia, Daniele Franco, e al
Presidente del Consiglio, Mario Draghi. (ANSA).
ALG
23-MAR-21 15:59 NNNN

È slittato al prossimo 2 dicembre il processo di secondo grado sulle presunte irregolarità nelle operazioni di finanza strutturata, Alexandria e Santorini, Chianti Classico e Fresh, effettuate da Mps tra il 2008 e il 2012 per coprire le perdite dovute all’acquisizione di Antonveneta. A rifissare il procedimento, che avrebbe dovuto prendere il via il prossimo 14 maggio, è stato il presidente facente funzione della Corte d’Appello Giuseppe Ondei, in seguito al caso del giudice Piero Gamacchio che avrebbe dovuto presiedere il collegio della seconda sezione penale.

Lettera G Bivona al CdA MPS ed a Draghi (7 marzo 2021)

Interrogazione Lannutti (10 marzo 2021)

https://www.lanazione.it/siena/cronaca/assemblea-mps-il-cda-si-divide-sulle-azioni-1.6167284

 

 

Date del Processo di Appello del “secondo” filone:
14 e 20 maggio
7, 11 e 17 giugno.

« Older entries