Gli obbiettivi dell’Associazione

1) Rompere lo status-quo. Introdurre un elemento di novità e di rottura degli schemi nella “appiattita” governance della banca. Accertare le responsabilità di chi ha causato la grave situazione della Banca, chiedendo di renderne conto in tutte le sedi che si riterranno opportune.

2) Dare voce ai piccoli azionisti, primi fra tutti i dipendenti, che finora non sono stati in grado di far sentire le loro ragioni attraverso i canali tradizionali (partiti, sindacati, fondazione MPS, etc.)

3) Radunare le forze di tutti quegli azionisti interessati non solo a difendere il valore del loro investimento, ma a potenziare l’enorme patrimonio della Banca in termini di impresa. Dare voce a tutti coloro che ritengono che il Monte deve tornare a fare quel che sa far meglio, la banca, e a valorizzare il suo asset principale, cioè il personale.

4) Intervenire nelle assemblee societarie, allo scopo di controllare l’operato degli amministratori, fare proposte alternative riguardo alle scelte strategiche aziendali e, se ne avrà la forza, proporre liste di amministratori. Non certo per occupare poltrone, ma per entrare nella stanza dei bottoni allo scopo di proporre, anche in sede di consiglio d’amministrazione, la nostra idea di banca.

e) Collaborare con tutti coloro che hanno a cuore il Monte e che pensano che da questa crisi si possa uscire più forti di prima purché si rompa con il passato, si torni all’interno della banca a premiare il merito e le capacità , si torni a mettere gli interessi della banca al di sopra di quelli di lobbies e gruppi di potere.

  1. Patrizia Francalanci’s avatar

    Sono una piccola azionista del MPS che ha visto sciogliersi come neve al sole i suoi risparmi. Vorrei essere informata su cosa posso fare ora o nel futuro per cercare di risollevarmi un pochino da questa per me enorme perdita. Grazie se vorrete farmi conoscere novità ed iniziative. Patrizia

    Rispondi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *