Processo contro ex vertici Mussari, Vigni, ecc.

 

Partita IVA 92058660520

 

In riferimento al procedimento che si avvia alla conclusione (ultima udienza aggiornata al 31 ottobre, sentenza attesa venerdì 8 novembre prossimi) che vede come imputati i Sigg. Mussari Giuseppe, Vigni Antonio, Pirondini Daniele, Baldassari Gianluca, Di Santo Marco, Dunbar Ivan Scott, Faissola Michele, Foresti Michele, Schiraldi dario, Vaghi Matteo Angelo, Veroni Marco, Sayeed Sadeq, Ricci Raffaele, BMPS, Nomura international PLC, Beutsche Bank AG London Branch, Deutsche Bank AG, precisiamo che L’ORDINANZA DI ESCLUSIONE DI PARTE CIVILE, DECISA DOPO L’INIZIO DEL DIBATTIMENTO, POTRA’ ESSERE IMPUGNATA SOLO CON LA SENTENZA. NESSUNA OPPOSIZIONE ERA POSSIBILE AL MOMENTO DEL PRONUNCIAMENTO.

https://it.reuters.com/article/idITL5N26L67    #ProcessoMPS

 

Qui il link diretto per il video della trasmissione televisiva del 23/9:

nella quale anche Pino Mencaroni (ASCA) spiega bene perchè non possono esserci fusioni per MPS; infatti anche oggi:

https://www.startmag.it/economia/mps-ecco-il-salasso-leasing-per-monte-dei-paschi-di-siena/

Anche dopo la cessione a SGA non potrà esserci nessuna fusione, qui lo spiega:   https://www.milanofinanza.it/news/fidentiis-il-futuro-sposo-di-mps-avra-bisogno-di-5-miliardi-di-dote-201910091040188425   – Se anche fossero ceduti 10 miliardi di euro di crediti non performanti al valore di bilancio, la banca senese non sarebbe appetibile, scrivono gli analisti. Titolo sotto pressione in Borsa.

…l’istituto senese deve sciogliere i nodi relativi a 13,9 miliardi di crediti deteriorati e a 6,2 miliardi di contenziosi legali.”

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *