I PICCOLI AZIONISTI RINGRAZIANO

Il Buongoverno, aderente al CONAPA, condivide il comunicato stampa di Azione MPS
Banca MPS: i piccoli azionisti ringraziano

Prosegue senza freni il crollo delle quotazioni  della Banca  Monte dei Paschi di Siena.

I piccoli azionisti, che rappresentano il 32% del capitale, come specificato nell’ultima assemblea dall’Amministratore Delegato, ringraziano sentitamente:

–          La Consob, spettatrice inerte di una speculazione selvaggia e senza controllo

–          La Banca d’Italia, evidentemente disinteressata al destino del terzo gruppo bancario italiano

–          La BCE,  che con le sue improprie raccomandazioni sulla ricerca di partnership ha di fatto avviato la svendita della Banca, certificandone al contempo il risanamento

–          La Commissione Europea, vigile controllore del rispetto di piani  di contrazione dell’attività e dell’occupazione

–          I grandi azionisti: il Ministero dell’Economia, il cui 4% del capitale, derivante dalla conversione degli interessi al 9,5% sui Monti Bond,  si è svalutato del 65%, i c.d. “pattisti”, uno dei quali ha dato il via alla svendita delle azioni per fronteggiare propri guai giudiziari in Sudamerica, mantenendo tuttavia saldo il posto in Consiglio di Amministrazione

–          L’articolato mondo della finanza internazionale, pronto a lanciarsi sul lucroso business del recupero crediti a prezzi da realizzo

–          Chi associa il Monte dei Paschi ai rischi di “Bail in”, nonostante siano stati superati nello scorso novembre i test “SREP”, grazie agli aumenti di capitale, alla definizione della sciagurata operazione Alexandria ed ai primi segnali di miglioramento della gestione, che ne certificano la solidità patrimoniale.

Il valore delle azioni a suo tempo sottoscritte dai dipendenti è ormai azzerato.

I dipendenti del gruppo continuano a subire il maggior peso della ristrutturazione, con la continua riduzione degli organici e la contemporanea compressione della retribuzione, continuando a mantenere il rapporto con la clientela.

 

 

 

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *